Menu

Come fare un buon piano di studi

Biochronicles APS ha il piacere di presentarti il quarto articolo della serie “orientamento”.

Mi auguro che gli articoli precedenti siano stati utili e ti abbiano chiarito un po’ più le idee.

Abbiamo iniziato il nostro viaggio pubblicando un articolo che dava qualche consiglio su come scegliere l’università.

Due settimane fa invece sono stato intervistato da Federico Gessa mentre settimana scorsa ho svelato qualche trucchetto su come prepararti al test di ingresso di biotecnologie, se come me hai deciso di intraprendere questo fantastico percorso (o magari perché la mia intervista ti ha convinto).

Se ora stai pensando al piano di studi vuol dire che comunque ti senti sereno per il test d’ingresso (Le date dei test di ammissione 2015/2016), magari grazie al nostro precedente articolo.

Quello che è certo è che sei motivato quanto basta e spero vivamente che saremo colleghi.

So che hai ancora del tempo per goderti le vacanze ma ti consiglio ugualmente di portarti avanti e dare un’occhiata al piano di studi della tua facoltà perché è un aspetto molto importante che influenzerà il tuo futuro accademico e professionale.

CHE COS’È IL PIANO DI STUDI?

Il piano di studi (o piano carriera) è l’insieme di tutti gli insegnamenti o attività formative che lo studente intende seguire nel suo percorso di studi e per i quali deve superare i relativi esami per essere ammesso all’esame finale di laurea.
Le attività formative inserite nel piano si dividono principalmente in:

Piano di studi | Biochronicles
  • Insegnamenti obbligatori comuni o piano statutario (attribuite automaticamente allo studente)
  • Insegnamenti a libera scelta (rispettando il numero di crediti da acquisire, i vincoli e le regole propedeutiche).
  • Attività opzionali (scelte all’interno di gruppi limitati).
  • Prove di idoneità (solo per le attività formative presenti nell’ultimo piano di studio approvato).
  • Tirocinio / stage
  • Prova finale di laurea

Se hai crediti acquisiti precedentemente, certificazioni informatiche (ECDL), linguistiche o acquisite a seguito di convenzioni puoi farle riconoscere nel tuo piano di studio (Unive, 2015; Unimib, 2015).

Prendiamo ora in esempio due piani di studio.
Ho scelto di parlarti del piano di studio inerente la laurea triennale e quella magistrale dell’Università degli Studi dell’Insubria perché è quella che conosco meglio!

BIOTECNOLOGIE (LAUREA TRIENNALE)

La Laurea Triennale in Biotecnologie fornisce la conoscenza di base dei sistemi biologici fondamentali. Ti permetterà di acquisire la padronanza delle metodologie scientifiche più avanzate da applicare ai vari settori biotecnologici.

Oltre a poter scegliere ben tre aree di studio (scientifica di base, biologica e biotecnologica) potrai, a partire dal secondo anno, avere a disposizione due curriculum: biotecnologie molecolari-cellulari e sanitarie.

Se sei interessato puoi vedere il piano di studi triennale direttamente sul sito stesso dell’Università e nel nuovo sito  dedicato (biotecnologieinsubria, 2015; Uninsubria, 2015).

Biotecnologie triennale | Biochronicles

BIOTECNOLOGIE MOLECOLARI E CELLULARI O BIOMEDICAL SCIENCES ?

La Laurea Magistrale ha durata biennale ed è costituita da un approccio multidisciplinare strettamente connessa con la ricerca scientifica di eccellenza.

L’offerta formativa prevede due curriculum: biotecnologie molecolari e cellulari e biomedical sciences (scienze biomediche).

La figura del biotecnologo molecolare si caratterizza per saper utilizzare organismi e componenti cellulari-molecolari al fine di produrre beni e servizi con l’obiettivo di migliorare la salute umana ed animale, l’agricoltura, l’ambiente e per sviluppare nuovi processi industriali eco-compatibili di rifornimento energetico.

Biotecnologie magistrale | BIochronicles

Il Corso di Master in Scienze Biomediche è caratterizzato da un approccio multidisciplinare ed una stretta connessione con la ricerca scientifica ad un livello di eccellenza. Tutti i corsi sono tenuti in lingua inglese, per offrire agli studenti un più ampio spettro di opportunità internazionali per il loro lavoro futuro o carriera di ricerca.

Il corso si basa sulla convergenza di competenze e abilità in Biologia molecolare, Biochimica, Farmacologia, Fisiologia e Patologia di offrire formazione di alto livello, in particolare incentrato su aspetti cellulari, molecolari, genetici e approcci farmacologici avanzati.

Puoi vedere il piano di studi magistrale dettagliato (biotecnologieinsubria, 2015).

Mi auguro che innanzitutto tu sappia finalmente che cos’è questo famoso piano di studi e che grazie agli esempi che ti ho fornito hai capito quanto è importante scegliere uno o più curricula che meglio si adattano ai tuoi interessi, cercando il giusto equilibrio tra passione e richiesta del mercato. E’ importante riuscire ad intuire il futuro per capire quale settore sarà più roseo in modo tale da essere competitivo e giocarti appieno la tua specializzazione.

BIBLIOGRAFIA

 

A cura di Andrea Mascheroni. Revisionato da Federico Gessa


About the Author : Andrea Mascheroni

Fondatore di Biochronicles. Biotecnologo industriale dinamico e proattivo, fanatico dell'innovazione. Un motore inarrestabile.

0 Comment

Leave a Comment

Your email address will not be published.

Related post

  TOP